Dente medicato e fa male – cosa fare ? – artDENTAL

Anche la medicatura dei denti comporta possibili complicazioni e conseguenze. Nel testo che segue, leggete cosa può accadere durante la medicatura dei denti.

Dente medicato

Il medicamento nel dente di solito significa che il dente è in processo di cura e che il trattamento non può essere completato in una sola visita.

La medicatura dentale è un’intervento con il quale si cerca o di mantenere il nervo alveolare, se l’infiammazione del nervo è reversibile, o si estrae il nervo alveolare se l’infiammazione è progredita.

La cura dei denti è un processo complesso che comporta una serie di protocolli da seguire accioché il trattamento abbia successo.

Siete venuti dal dentista, avete iniziato il trattamento e vi ha messo il medicamento nel dente, cosa ciò significa esattamente?

  • Durante la pulitura della carie vi è rimasto pochissimo tessuto dentale duro che copre e protegge il nervo dentale. In questo caso, il medicamento viene posto come protezione del nervo dentale e coperto con otturazione. Questo periodo consente un ulteriore monitoraggio del dente e non significa necessariamente che avrete bisogno dell’estrazione del nervo.
  • se l’infiammazione è acuta, esiste la possibilità di un effetto più debole dell’anestesia. Il dentista può intervenire in modo da inserire il medicamento nel dente. L’azione del farmaco riduce l’infiammazione e consente una migliore anestesia alla visita successiva.
  • l’infiammazione cronica significa ancheun gran numero di batteri che penetrano nel dente da tempo. Il medicamento nel dente può eseguire una disinfezione aggiuntiva e promuovere la guarigione dell’area infiammata intorno al dente.
Medicazione del dente

Quanto tempo rimane il medicamento nel dente?

Il medicamento deve rimanere nel dente per il periodo consigliato dal dentista, ma generalmente quanto prima il trattamento è completato, meglio è per la guarigione dell’infiammazione.

Ogni medicinale ha il suo tempo di azione e tutto oltre il periodo consigliato può compromettere i risultati. Se il dente fa ancora male dopo che è stato medicato significa che non è stata rimossa la causa dell’infiammazione.

Dente medicato e fa male

Dolori lievi durante la terapia sono scontati e non bisogna preoccuparsi, dovrebbero passare in alcuni giorni. Se si verifica un forte dolore pulsante nel dente in cui è stata posta la medicina, si dovrebbe contattare il dentista scelto o il pronto soccorso il più presto possibile.

Il medicamento dovrebbe quindi essere tolto e vedere cosa causa il dolore. Se non potete raggiungere il vostro dentista provate ad estrarlo da soli dal dente, forse con la punta di piccole forbici per unghie, gli stuzzicadenti di legno sono spesso troppo morbidi e possono spezzarsi e rimanere incastrati nel dente, quindi dovrebbero essere evitati.

Questi dolori possono anche essere alleviati con analgesici come l’ibuprofene.

Complicazioni durante la medicazione del dente

Una complicazione durante la medicazione del dente può essere che parte del medicamento passi sulla gengiva attraverso l‘otturazione temporanea, che può provocare dolore e un sapore “metallico” in bocca.

In questo caso, è molto importante seguire le istruzioni del dentista e una delle note importanti è non masticare nel luogo in cui è stato iniziato il trattamento.

Pertanto, seguite le istruzioni e astenetevi per almeno 2 ore dopo la procedura da cibi e bevande. Quindi è necessario rimuovere urgentemente l’otturazione temporanea, sciacquare la parte della gengiva che duole e ripetere la terapia con un’otturazione temporanea migliore.

Importante

Alla fine è molto importante sottolineare che il medicamento nel dente è solo un aiuto durante la cura e non un modo per curare l’infiammazione!

Il medicamento nel dente non è quello che guarisce il dente, bensì il dente è guarito quando i canali radicolari vengono puliti, asciugati e adeguatamente riempiti dopodiché il corpo inizia a guarire e l’infiammazione passa.